L’allarme – Fbi: i trader di Wall Street usano le app criptate per messaggi illeciti – da Il Sole 24 Ore

L’uso della criptatura rappresenta un «problema crescente» per Wall Street e gli istituti finanziari in generale. Secondo la dichiarazione al Financial Times dell’agente John Casale, specializzato in crimini finanziari, «Le nuove tecnologie possono essere applicate per frodi, riciclaggio di denaro e insider trading», un fenomeno che va oltre le sole chat. L’Fbi spiega che i criminali stanno spostando le proprie comunicazioni dai terminali di Bloomberg ai social media estranei al business in senso stretto, come Facebook e Instagram, e che le applicazioni come Whazzup e Telegram, che sfruttano per la privacy la criptatura end to end, lasciano alle autorità limitato controllo delle informazioni diffuse al loro interno, il che le rende per caratteristiche tecniche strumento d’elezione per possibili attività illecite.

 

Clicca qui per leggere l’articolo originale (Il Sole 24 Ore – 21 Agosto 2017)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.